Stampa

CANTIERE 2014

CANTIERE INCANTI 2014
Cantiere2014
QUELLI DI ARCHIPPE
The Pursuit of Happiness

OMBRAVIVA
L’una di quattro

NEWBIES
Pilluk&Marcel

PLACE DU MARCHE’
545 fogliE

SLAPSTICKDUO
Jeu d’Esprit

Venerdì 10 Ottobre 2014, dalle ore 16:00 alle 19:00
Cecchi Point

Per il terzo anno consecutivo INCANTI riserva uno spazio ai giovani che si occupano di Teatro di Figura, una giornata di programmazione OFF quest'anno in collaborazione con il Dipartimento di Educazione del Castello di Rivoli.
Giovani artisti e compagnie avranno così la possibilità di presentare un proprio breve studio, originale ed inedito, sviluppato attorno al tema del rapporto tra Teatro di Figura e Arte Contemporanea.
Una giuria di esperti selezionerà uno degli spettacoli che sarà inserito nel programma dei Festival IF OFF 2014 del Teatro del Buratto (Teatro Verdi) di Milano, L'Altro Volto del Teatro a Cagliari della Compagnia Is Mascareddas, Schegge³ del Cerchio di Gesso di Torino e riceverà un premio per il sostegno alla produzione. 

In collaborazione con Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus, Diparimento Educazione del Castello di Rivoli Museo di Arte Contemporanea, Krapp's Last Post, Festival If-off - Teatro del Buratto, Schegge³ - Il Cerchio di Gesso Compagnia Teatrale, L'altro volto del teatro - Is Mascareddas.

QUELLI DI ARCHIPPE
The Pursuit of Happiness
Ballata di vanità riccioli e tip tap per un'epoca in declino
Di Barbara Chiarilli e Anna Saragaglia - con Anna Fantozzi, Anna Saragaglia, Barbara Chiarilli
Il tip tap e la sua storia, i suoi protagonisti e il racconto di quell'epoca, narrati da pupazzi ballerini al ritmo di una ballata americana. Un'epoca che è già sull'orlo del baratro: la disillusione dietro l'angolo e il denaro, con il suo fascino incantatore, che cattura e vanifica ogni vita. La storia della tap dance non è solo americana, ma universale: la storia di un'umanità che cerca disperatamente la propria idea di felicità.
Proiezioni e personaggi richiamano l'opera di Hopper: un immaginario di rimpianto e solitudine, habitat ideale per i protagonisti, fantocci di grandi dimensioni che "dialogano" con il corpo degli attori, più un piccolo omaggio ai burattini di Obraztsov.
La compagnia Quelli di Archippe nasce come associazione culturale nel 2009, con l'intento di sperimentare e lavorare sul rapporto tra attore, oggetto inanimato e parola. Nel 2010 ha partecipato al festival Nazionale Teatro di Gioia.

OMBRAVIVA
L'una di quattro
Di e con Lorenza Ferrero, Marta di Giulio, Giulia Miniati - scenografia di Nonm'annoio
Sulla luna sono state scritte molte storie e fiabe: si dice che influenzi la natura e l'uomo, è il luogo in cui finiscono le cose perdute. Una riflessione sulle perdite dell'uomo contemporaneo, partendo dal pretesto della perdita di oggetti quotidiani. Lo spettacolo parte dalla combinazione del Teatro d'Ombre con Recursive, installazione di Andrea Roccioletti, che si avvale di un dispositivo di acquisizione e riproduzione dell'immagine che il sistema conserva e riproduce all'infinito. Il messaggio riguarda la permanenza di ogni nostra azione in un universo nel quale nulla si crea né si distrugge ma, inevitabilmente, si trasforma, spesso a prescindere dalle intenzioni iniziali. L'opera è una bolla di luce vivente, poiché attraverso l'interazione si trasforma, prima di tornare alla forma originaria: una luna fatta di luce interattiva.
Ombraviva nasce a Torino nel 2014 ad opera di Marta di Giulio, Lorenza Ferrero e Giulia Miniati, che si formano alla Piccola Accademia del Teatro Ragazzi e dell'Animazione. Innamorate del teatro d'ombre e desiderose di sperimentare altre forme d'arte, iniziano a scrivere e a progettare insieme, per narrare storie ad un pubblico anche di adulti, con riflessioni su argomenti attuali, misteriosi e fantastici.

NEWBIES
Pilluk&Marcel
di e con Sara Brigatti, Laura Orio e Asiz El Youssoufi
Tutto può essere arte: anche gli oggetti di una modesta casetta? Pilluk e Marcel di sicuro ancora non conoscono la risposta, ma il sogno di una notte, oltre che impartire loro una lezione di storia dell'arte, porterà un magico cambiamento nella casa dei nostri protagonisti! Pilluk è un omino insicuro, appassionato d'arte, e Marcel è il suo inseparabile amico di pezza e pelliccia: con delicatezza vi accoglieranno in un mondo senza parole, in cui attraverso le immagini si coglie il contesto e il cuore di un racconto adatto a grandi e piccini. Molti artisti intraprendono un viaggio pericoloso, mettendo in gioco le proprie idee e le proprie sicurezze: un caso esemplare è quello dei Ready Made. Il termine dal 1915 cominciò ad essere usato per riferirsi ad un oggetto comune defunzionalizzato e rifunzionalizzato tramite il solo atto di selezione di un artista, che ne fa opera d'arte. Tutto può essere arte?

La compagnia Newbies nasce per Cantiere 2014 dalla collaborazione di Sara Brigatti e Laura Orio: Newbie è un termine che indica una persona poco esperta che vuole migliorarsi e imparare sul campo. Le Newbies sono quindi da due neofite, che si sono incontrate grazie all'entusiasmo e alla passione comune per il Teatro di Figura.

PLACE DU MARCHE'
545 fogliE
di Place du Marché – con Federica Brambini, Emanuele Buganza, Nikolina Silla
Ogni anno un cittadino italiano consuma l'equivalente di 5,45 alberi da 12 metri per produrre carta. Una performer, rappresentante dell'umanità, racchiude in un pugno quello che resta della vitalità di un albero: un foglio. Uno ad uno, i fogli cadono e rinascono in un albero, in un essere umano, addirittura in due esseri umani. Anche la carta, quindi, diventa arte e creazione, figura e stile d'animazione: le sue specificità vengono sfruttate per dare vita a un racconto che ci porta a vivere la separazione dalle radici vitali attraverso l'immersione nella condizione dell'umanità contemporanea, per poi riconnettersi con la bellezza e la complessità del rapporto ancestrale tra uomo e natura, sempre in evoluzione.

La compagnia Place du Marché lavora con progetti musicali, di teatro e di teatro di figura miscelando competenze e formazioni diverse, provenienti principalmente dal bacino del mediterraneo. In questa formazione Federica Brambini, Nikolina Silla e Emanuele Buganza sono gli strumenti per provare a cercare un linguaggio condiviso tra pupazzi, arte contemporanea e teatro visuale.

SLAPSTICKDUO
Jeu d'Esprit
di e con Elisa Magni – regia di Lu Pulici
Jeu d'Esprit, a quarant'anni dalla morte di Pablo Picasso, si propone come viaggio nella vita dell'artista partendo dall'infanzia di bambino prodigio per arrivare a rievocare le sue più celebri opere: è il racconto della vita di un artista immortale, riuscito, come i più bravi clown, a mantenere sempre vivo il bambino dentro di sé. In scena non c'è soltanto l'artista, ma anche suo padre, le sue donne, gli arlecchini e i personaggi del circo che ha tanto amato. Un percorso affrontato con comicità e poche parole...

Elisa Magni è un'artista di strada professionista, clown, acrobata aerea, scenografa e costumista. Nel 2009 ha fondato assieme a Raffaele Rizzo la compagnia SlapstickDuo. I loro spettacoli hanno come sapore principale quello della comicità, ma non tralasciano l'aspetto virtuosistico, tipico dei Saltimbanchi, unendo tecniche teatrali e tecniche di circo.

Con il contributo di

           logoMIBACT            03.logoregn.eps copia              04.logo citta di torino          07 stemma Grugliasco
                                                                                                                                                                                                                   Comune di Grugliasco

                         maggiore sostenitore

                 CSP marchio ORIZZ POS colore                        CRT Logo sito                    PDV colori                      logo irl ita color                    


Con la collaborazione di 

   logCTR     15.istituto beni marionettistici     logo mnc2       logrivoli         logo mao       logolisbona                         logo GRANDE ROSSO Medium               logcecchi            logUNIMA              Riconosciuto da   EFFE LABE online only    

  
Media partner             logo klp
             logRingraziamenti                    logFREECARDS

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.
Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy.