Stampa

Scrivere per il Teatro di Figura: sinossi elaborati

Pierfranco Allegri
Il Giusto, il Grande e il Folle
Molto tempo fa, in un regno lontano, viveva un re. Questo re era enormemente amato dai suoi sudditi così come dalla sua famiglia: regnava con saggezza, giustizia e fermezza ma anche con gentilezza e altruismo. Era talmente amato che veniva chiamato "Il Giusto" da tutti gli abitanti del suo regno. Ma poi qualche cosa cambiò..

Sofia Beltramo
Un'ombra in fuga
Un'ombra un po' scansafatiche è infelice perché appartiene ad un uomo sempre molto indaffarato. Non vuole essere obbligata a lavorare tutto il giorno quindi decide di scappare. Vani sono i primi tentativi di fuga, l'uomo si accorge sempre di lei e la ferma. Finalmente l'ombra ha l'"illuminazione", spegne la luce, scompare nel nulla e fugge indisturbata. L'ombra si trova così sola, libera di poter far ciò che vuole. Dopo poco però, si stanca e incomincia a soffrire di solitudine. Incontra vari personaggi ed oggetti con cui non riesce ad interagire: non riesce a parlare, a prendere gli oggetti e cambia forma continuamente spaventando le persone. Si rende conto che sola non può stare e decide così di riappacificarsi con il suo corpo per tornare a far parte del mondo reale.

Alessandra Cappelletti
57 modi di usare un libro (pièce per un volume e due umani)
Studio semiserio sull'oggetto-libro: cinquantasei modi in cui può essere usato - più uno, che però è assai ovvio. Tra le righe, la storia nella storia di una storia d'amore, e tutto quel che ne consegue.
La scena è così composta: un attore, che chiameremo il Lettore, è in piedi al centro della scena, illuminato; un altro attore, che chiameremo la Mano, si muove da una parte all'altra del palco, governando gli oggetti posti dietro di lui e soprattutto il Libro, vero protagonista della pièce.

Mila Marzo
Eleonora
Eleonora di E. A. Poe, è la storia di un'amore giovanile che si conclude per la morte prematura di lei. In punto di morte Eleonora promette al Poeta, l'amato, di restargli vicina e, alla fine del racconto, benedirà il nuovo matrimonio dell'amato con Ermengarda prima di scomparire come presenza.
Eleanor Rigby, famosa canzone dei Beatles, racconta invece la solitudine di due personaggi, evidenziando la ripetizione di gesti meccanici e privi di scopo. Eleanor Rigby raccoglie il riso in una chiesa dove si è tenuto un matrimonio, e "indossa il viso" che tiene in un vaso vicino alla porta. Father McKenzie scrive le parole di un sermone che nessuno ascolterà. Eleanor verrà sepolta e nessuno, tranne Father McKenzie, andrà al funerale.
Nella messa in scena le protagoniste dei due testi si fondono in un'unica entità, Eleonora, presente a sé, e quindi in carne ed ossa, solo nel momento della morte. Per il resto del tempo Eleonora è un'ombra, una presenza.

Andrea Mularoni
Le memorie dell'ultimo fiociniere
Lustri sono trascorsi dai gloriosi giorni di New Bedford e dei suoi fiocinieri, delle storiche navi che ne riempivano il porto, i viali, la vita. Ismael, unico sopravvissuto al naufragio della Peqoud nel leggendario scontro con il capodoglio Moby Dick, è l'ultimo abitante rimasto. La solitudine del luogo è la stessa che accompagna il cuore e la mente del vecchio marinaio. Una piccola barca rinchiusa dentro una bottiglia di vetro ed una lisca di pesce lo porteranno a ricordare i gloriosi anni della sua vita, l'ossessiva ricerca dell'uomo di dominare la natura, la ribellione di quest'ultima che alla fine segue, inesorabilmente, il proprio destino. La morte verrà a prenderlo e lui non potrà fare a meno di arrendersi.

Chiara Pietta
La curiosità di sapone
Sono scomparse le parole dai libri e due improbabili personaggi si interrogano per capire e risolvere il mistero. Riusciranno a spiegare l'accaduto prima che il bianco invada completamente i libri?

Filippo Santaniello
Il miglior offerente
Se ne stavano tranquilli in soffitta. Non davano fastidio a nessuno. Solo la polvere a fargli compagnia. Ma che vuoi che sia un po' di polvere per due oggetti abituati alla dimenticanza? Poi la scoperta. Mappamondo e Calamaio sono spariti e la prossima volta toccherà a loro abbandonare il luogo dove si sentono al sicuro. Non sanno dove verranno spediti, non sanno chi sarà il loro prossimo proprietario. Tutto dipende dal migliore offerente!
Sul tavolo di una soffitta ci sono un osso e una gabbia che comunicano tra loro. Pare abbiano le ore contate perché un ragazzo ha deciso di vendere su Ebay le cianfrusaglie di famiglia per trasformare il solaio in una serra dove coltivare marijuana. Quando gli oggetti vengono consegnati al nuovo proprietario, non fanno in tempo ad ambientarsi che vengono subito rimessi all'asta. La loro pena, per colpa della scaltrezza degli esseri umani che negli oggetti vedono una mera fonte di guadagno, sembra non avere fine, ma non tutto è perduto: la vendetta è dietro l'angolo.

Manuela Vista
Niente di Interessante
Il racconto si propone di far cogliere un'idea di letteratura attraverso un semplice episodio capitato alla protagonista durante il periodo scolastico: la scrittura di un compito che aveva come consegna quella di trovare un oggetto interessante e descriverlo.
Alla fine la donna ne sceglierà uno, la foglia, che è come lei, niente di interessante... se non se stessa e la sua storia.

Antonietta Zaccaro e Sharon Galano
E.C.G. Piccola avventura di un Cuore a Venezia
(Testo per Teatro d'Oggetti liberamente tratto da "Il mercante di Venezia" di W. Skakespeare)
La storia de Il Mercante di Venezia è raccontata attraverso due oggetti: il Coltello e il Cuore. Shylock, il Coltello, si prepara per il processo contro il Cuore, Antonio. Prima di andare in tribunale affila la propria lama: si mette alla prova tagliando le patate per la cena. Se in un primo momento mette da parte le bucce per buttarle, dopo un po' ci ripensa perché tutto fa brodo. In tribunale minaccia il Cuore, i cui battiti accelerano spaventosamente. Quando al Coltello vengono dettate le condizioni entro cui può esercitare il proprio reclamo (niente sangue e solo una libbra di carne), la rabbia lo assale.

Con il contributo di

           logoMIBACT            03.logoregn.eps copia              04.logo citta di torino          07 stemma Grugliasco
                                                                                                                                                                                                                   Comune di Grugliasco

                         maggiore sostenitore

                 CSP marchio ORIZZ POS colore                        CRT Logo sito                    PDV colori                      logo irl ita color                    


Con la collaborazione di 

   logCTR     15.istituto beni marionettistici     logo mnc2       logrivoli         logo mao       logolisbona                         logo GRANDE ROSSO Medium               logcecchi            logUNIMA              Riconosciuto da   EFFE LABE online only    

  
Media partner             logo klp
             logRingraziamenti                    logFREECARDS

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.
Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy.